CON UN PRELIEVO DI SANGUE UNA DIAGNOSI CERTA E COMPLETA

Il Malpighi Centro Diagnostico informa tutta l’utenza che presso il proprio Servizio di Laboratorio Analisi si può eseguire, quello che secondo le evidenze scientifiche, è allo stato dell’arte considerato il test più completo e specifico per la diagnosi delle intolleranze alimentari.
Con un unico esame del sangue è oggi possibile verificare se si è affetti da una o più tra quasi 300 allergie respiratorie e alimentari.

ALEX (Allergy Explorer) è il test allergologico che permette, da un unico prelievo di sangue, la misurazione di 282 allergeni contemporaneamente, di cui 125 sono singole proteine, in questo modo si ottiene in modo semplice e rapido, il quadro completo del profilo allergologico del paziente potenzialmente allergico.

Rilevamento simultaneo di oltre 250 allergeni
In alcuni casi è molto facile risalire alla causa che dà origine all’allergia, ma non è sempre così: a volte ci sono casi più complessi. Per esempio, certi allergeni sono comuni a più cibi diversi o (per gli inalanti) a piante differenti. In questo caso arrivare ad una diagnosi definitiva può richiedere molto tempo e l’esecuzione di cicli di test differenti.
ALEX offre invece un quadro completo della situazione del paziente, IgE totali comprese, rendendo più efficiente questo approccio, altrimenti frammentato.

Il test ALEX (Allergy Explorer) verifica la presenza di anticorpi IgE specifici per tutte le principali fonti di allergeni. Che si tratti di polline, acari, cibo, pelo/forfora di animali, veleni di insetti, muffe o lattice, ALEX le comprende tutte. È anche dotato di molti allergeni molecolari, che consentono una comprensione completa delle reazioni crociate allergiche e la valutazione del rischio di allergie alimentari

 

Quali sono i vantaggi che derivano dall’esecuzione di questo esame?
«Il vantaggio più evidente è dato dal fatto che attraverso Alex test è possibile comprendere con più precisione quadri complessi di allergie, cioè quelle situazioni in cui si verifichino le cosiddette cross-reazioni tra allergeni inalanti e allergeni alimentari. Questo significa avere un grado più completo possibile delle sensibilizzazioni proprie di ogni paziente».

 Quali conseguenze derivano dal punto di vista della cura?
«Una maggiore precisione diagnostica contribuisce a rendere più efficiente la fase della cura, che diviene sempre più precisa e, soprattutto, personalizzata. I test classici, che utilizzano estratti allergenici, sono certamente utili per identificare le sorgenti allergeniche, ma è solo attraverso un approccio diagnostico molecolare aggiuntivo, che è quello proprio di Alex test, che è possibile avere tutte le informazioni utili per raggiungere una decisione terapeutica ottimale».

 Quali sono, nello specifico, gli allergeni che vengono analizzati con Alex test?
«L’analisi spazia su tutti gli allergeni classici, che vanno da quelli propri di acari e polveri, al lattice, al cibo animale e a quello vegetale, a insetti e veleni, a microorganismi, pollini e a epitelio e forfora. Un consiglio: una volta ottenuto l’esito dell’esame è importante che questo venga interpretato e contestualizzato nel problema clinico da parte di uno specialista in allergologia e immunologia clinica, l’ideale è dunque sottoporsi a una visita allergologica».