Profilo sierologico delle infezioni da Salmonella

 

Con la classica reazione di Widal, antesignana della moderna sierologia infettiva, si determinano mediante agglutinazione i titoli degli anticorpi anti-Salmonella typhi, anti-Salmonella paratyphi A e anti-Salmonella paratyphi B. I titoli sono determinati separatamente per l’antigene somatico (O) e per l’antigene flagellare o ciliare (H).

Gli anticorpi diretti contro l’antigene O aumentano entro 5¸10 giorni dall’infezione, raggiungono il valore massimo dopo circa 3 settimane, quindi decrescono progressivamente, e in genere scompaiono entro 5¸6 mesi. Gli antigeni diretti contro l’antigene H iniziano ad aumentare qualche giorno dopo l’inizio dell’aumento degli anticorpi contro l’antigene O, e in genere permangono a lungo, anche per anni.

 

 

Per gli anticorpi (anti-antigene somatico O e anti-antigene ciliare H) il test viene considerato:

  • negativo se gli anticorpi sono assenti;
  • positivo se gli anticorpi sono presenti.

 

Sulla base del profilo sierologico, i criteri interpretativi sono semplici, e così riassumibili:

 

Ab anti-O Ab anti-H Interpretazione
Positivo Negativo Fase precoce
Positivo Positivo Infezione in atto
Negativo Positivo Infezione pregressa o soggetto vaccinato

 

Naturalmente è essenziale seguire il decorso clinico della malattia e ripetere la determinazione degli anticorpi per seguire la dinamica del titolo anticorpale.